Verdure, la cura di stagione

verduraRaffreddori, influenze, malanni vari, che siano di stagione oppure, ormai, destagionalizzati: il nostro organismo sembra sempre più sensibile agli attacchi degli agenti patogeni esterni e a tutti quanti questo comincia a essere sempre più evidente. Tra la cieca devozione alle miriadi di farmaci da banco che promettono miracoli in tempi brevissimi e i tentativi ascetici di rivolgersi fedelmente a decotti e infusi, una strada, virtuosa e anche abbastanza semplice da trovare e intraprendere in verità, c’è: mangiare verdure, di stagione e possibilmente a Km zero, facendo una dieta equilibrata. Perché? Bastano due dati, che sono contemporaneamente veri: ci ammaliamo molto più dei nostri nonni e abbiamo sempre più abbandonato la nostra cara dieta mediterranea.

Gli agenti inquinanti in cui siamo immersi quotidianamente mettono davvero a dura prova il nostro organismo esponendolo maggiormente ad attacchi batterici e virali; se calcoliamo poi che essi sono fortemente allergizzanti va da sé che, fatte due valutazioni, siamo un po’ mal messi. Se a tutto questo aggiungiamo infine lo stress quotidiano, che ha un effetto fortemente ossidante sui nostri tessuti, possiamo dire che il nostro organismo ogni giorno ingaggia una lotta sbilanciata contro l’ambiente esterno.

I nostri nonni erano vegetariani (per molti periodi, almeno) per necessità, ma la loro dieta li rendeva incredibilmente capaci di far fronte a ogni vicissitudine quotidiana. Noi lo abbiamo un po’ dimenticato e ogni giorno divoriamo carne, derivati e cibo industriale, spesso tralasciando totalmente le verdure che sono veri e propri farmaci della natura. Le carote sono ricche oltre che del famoso betacarotene anche di vitamine C, D, E,  B2 e B6, digestive e purificanti oltre che fortemente antiossidanti; i cavoli, spesso trascuratissimi, sono ortaggi dalle proprietà quasi salvifiche e pieni di protovitamina e vitamina A, vitamine B1, B2, B9 (ovvero acido folico), PP, C (in quantità impressionanti financo in rapporto agli agrumi), K, U, sono antitumorali, antiradicali liberi, purificanti e ricchissimi di sali minerali necessari alle ossa; le cipolle sono ricche di vitamine quali quelle del gruppo B ( B1, B2, B3, B5, B6, B9), D, E per esempio, ma contengono sopratutto sostanze antinfiammatorie, antibiotiche e sali minerali dei più importanti; non dimentichiamo poi i legumi, dalle proprietà variabili ma accomunati da un ottimo apporto proteico, ricchi di vitamine del gruppo B, antiossidanti sali minerali e aminoacidi. L’elenco sarebbe infinito, ma questi pochi esempi vi offrono già un grande assaggio di quanto potreste fare per voi stessi semplicemente con un’alimentazione a base di verdura fresca. Il web è pieno di spunti e suggerimenti per ricette gustosissime e a ben vedere ne vale tutta la pena, perché, in fondo, ne va della nostra salute.

Redazione Attenti all’uomo