Rubix (di Emma Kemp)

Un gioco di colori: Rubix, il coccodrillo che ha sulla pelle la soluzione al proprio nome. Questo nuovo amico di Jungle City sembra rappresentare un paradosso che lo tocca da vicino: sono proprio i colori della sua casa, sempre più mescolati e indefinibili a causa di distruzione e inquinamento operato dall’uomo, e la particolarità della sua pelle infatti a renderlo un animale in via d’estinzione. Un gioco la cui soluzione c’è, ma sembra spesso troppo complessa.

Rubix (di Emma Kemp)

Coccodrillo: sornione e pericoloso, vanta molte diverse specie. Tra queste, il Gaviale del Gange, dal famoso muso stretto e allungato, è il più raro al mondo: nel 1970 ha infatti sfiorato l’estinzione, arrivando a meno di 60 esemplari. Leggermente meno raro, ma comunque in serio pericolo estinzione, il Coccodrillo palustre: due tristi facce della stessa medaglia.

Popolazione 100 anni fa: 10.000 esemplari di Gaviale del Gange, poco più di 20.000 di Coccodrillo palustre.

Popolazione oggi: 200 esemplari di Gaviale del Gange, poco più di 5.000 di Coccodrillo palustre.

Perché si sta estinguendo: come ormai per quasi tutti gli animali a rischio, la causa primaria va ricercata nella distruzione e nell’inquinamento del suo habitat: giungle, paludi e grandi corsi d’acqua. A seguire il mercato della pelle e di alcune pratiche della medicina orientale; da non sottovalutare infine la pesca, che può coinvolgere questi grandi rettili con spiacevoli incidenti, spesso mortali.

Jungle City – Edinburgh 2011: leggi l’articolo introduttivo.