Il tuo comune fa parte del Patto dei Sindaci?

Patto dei sindaciL’Unione Europea è in prima linea nella lotta contro il cambiamento climatico globale, che considera al tempo stesso una priorità assoluta e una nuova opportunità di sviluppo sostenibile. Poiché il consumo di energia e le emissioni di gas serra avvengono per oltre l‘80% nei centri urbanizzati, la U.E. ha assegnato un ruolo preponderante per la soluzione di queste urgenze agli Enti Locali fondando il Patto dei Sindaci, che è una unione volontaria tra Sindaci che, con comuni regole, decidono di contrastare l’emissione dei gas serra, all’origine di tutti gli sconvolgimenti climatici in atto nel mondo.

Il Patto dei Sindaci è un’ambiziosa iniziativa della Commissione Europea che permette alle città d’Europa di essere in primo piano nella lotta al cambiamento climatico tramite l’attuazione di politiche locali intelligenti in materia di energia sostenibile. Queste, fra l’altro, riescono a creare localmente nuovi posti di lavoro stabili e continui, aumentando così la qualità della vita dei cittadini e affrontando il problema dei consumi con nuove soluzioni. Questo è il caso in cui si può dire che i problemi, oggi, possono diventare opportunità per il cambiamento.

Con l’adesione al Patto dei Sindaci i comuni contribuiscono al raggiungimento in sede locale di questi obiettivi sottoscrivendo un insieme d’impegni tra cui la realizzazione di un Piano d’Azione per l’Energia Sostenibile; per intenderci, si tratta di una sorta di piano regolatore per l’Energia e l’Ambiente cui, dopo l’approvazione della U.E., tutti dovranno riferirsi per lavorare od operare all’interno del comune.

Al 30/5/2012 i comuni italiani firmatari del Patto dei Sindaci sono circa 2000 (per la stragrande maggioranza collocati nel centro nord dell’Italia) e di questi 477 sono quelli che hanno già presentato Piani d’Azione formalmente validi per la valutazione tecnica e l’approvazione da parte della U.E.

Gli obiettivi da raggiungere sono quelli indicati nella direttiva Barroso del 2008, detta “Clima-Energia” e che impegna gli Stati membri entro il 2020 a realizzare i seguenti obiettivi:

  • riduzione delle emissioni di Gas Serra di almeno il 20%;
  • aumento della produzione di energia da fonti rinnovabili del 20%;
  • ottimizzazione ed efficientamento dei consumi, con una riduzione dei consumi di energia da carburanti fossili del 20%.

Il Patto dei Sindaci è l’iniziativa che più sta sconvolgendo l’organizzazione dei comuni italiani e che più inciderà nella nostra vita nei prossimi anni. Noi tutti, ecologisti convinti e non, dobbiamo fermamente crederci e diventarne promotori presso i nostri comuni: moltissimi amministratori e addirittura il 90% degli assessori all’ambiente, infatti, non ne sono neanche a conoscenza e questo è intollerabile, soprattutto se pensiamo che ne va del nostro sviluppo futuro.

Carlo De Sio
Giornalista
Professionista del Marketing Etico e Ambientale

Informazioni, approfondimenti e lista dei comuni firmatari del Patto dei Sindaci: sito Patto dei Sindaci.