Padma (di Chris Groombridge)

Visitando Edimburgo la scorsa estate alla ricerca delle sculture di Jungle City ci si poteva imbattere in molti luoghi interessanti: incredibile notare come le sculture di animali spesso fossero posizionate in modo solo apparentemente casuale rispetto all’urbanistica della città. Proprio di fronte al Museo del Giocattolo, per esempio, era possibile incontrare questo cucciolo, giustamente, del vero protagonista dell’iniziativa, l’elefante asiatico. Padma il nome, a significare il legame stretto tra ambiente, animali e, purtroppo o per fortuna a seconda dei casi, tradizione umana: in sanscrito, infatti, si traduce con “loto”, il fiore sacro per eccellenza di molte religioni asiatiche, oltre che protagonista di racconti e leggende conosciute in tutto il mondo.

Padma (di Chris Groombridge)

Elefante asiatico: questo mastodontico, regale animale gioca un ruolo assolutamente vitale per l’equilibrio del proprio habitat. La sua estinzione, di per se così drammatica, diviene ancora più spaventosa avendo infatti ripercussioni altrettanto catastrofiche su altre specie di animali e per tutto il suo ecosistema.

Popolazione 100 anni fa: 250.000 esemplari.

Popolazione oggi: 30.000 esemplari.

Perché si sta estinguendo: ancora una volta, il motivo principale della scomparsa di questo nobile animale risiede nella progressiva, inesorabile perdita del suo habitat. Negli ultimi 100 anni, l’elefante asiatico ha visto letteralmente annientare, dall’uomo, il 95% della propria casa.

Jungle City – Edinburgh 2011: leggi l’articolo introduttivo.