Negozio alla spina: economico e sostenibile. Da usare ma anche da aprire!

Prodotti alla spinaIn tempo di crisi, tanto finanziaria quanto ambientale, c’è una nuova tendenza che aiuta l’ambiente e le nostre tasche: acquistare cibo alla spina. Tutti dovremmo seriamente pensarci e cominciare a farlo, anche se c’è un problema oggettivo: sono ancora poco diffusi i negozi sostenibili che ci consentono di fare scorta di pasta, legumi, cereali, frutta e tanto altro, pagando solo per il prodotto, abbattendo quindi costo e diffusione di imballaggi e packaging. Il bicchiere mezzo pieno? C’è ancora spazio per chi volesse investire in un mercato ancora giovane, e redditizio (quindi). Se l’idea vi stuzzica questo articolo vi darà sicuramente una mano.

Come prima cosa è bene sapere che il futuro è sostenibile; altrimenti detto, per le scelte che la Comunità Europea sta operando in tema di riduzione degli inquinanti, dei consumi ed efficientamento energetico, durante i prossimi anni ci sarà un fiorire di attività a “basso impatto ambientale”, dunque non è solo una moda quella del green ma un orientamento politico ed economico indispensabile. Un altro settore sul quale si stanno prendendo decisioni epocali è il cibo: sarà favorito il km zero, il biologico, il vegetariano e sopratutto il prodotto sciolto perché la popolazione è in aumento e continuare ad allevare, trasportare da un capo all’altro della terra (sopratutto in imballaggio) e irrorare di pesticidi i campi per fare coltura estensiva e intensiva, semplicemente, è sempre meno possibile.

Da questo stato delle cose già palese stanno nascendo iniziative intelligenti tra cui appunto i negozi alla spina, utili, convenienti ed ecologici. Il peso dei brand globali, tuttavia, ne ha rallentato la diffusione in virtù del bombardamento mediatico cui siamo stati sottoposti per anni; il primo ostacolo al cambiamento, infatti, siamo proprio noi che ci fidiamo più del “marchio X” che del contadino dietro casa. Spesso solo perché “è in TV” e quindi è meglio. Anche noi tuttavia stiamo cambiando, alcuni più per coscienza ecologica, altri per necessità, altri per convenienza economica, fatto sta che oggi siamo in tanti ad affollare i reparti alla spina dei supermercati o i negozi di quartiere dedicati.

Tornando a noi, se qualcuno fosse davvero interessato a una attività di questo genere è disponibile il sito Distributori alla Spina, un piccolo portale che oltre ad aiutare con la fornitura di distributori (dispenser, macchine erogatrici e altro) fornisce tante informazioni per aprire questa nuova, interessante attività. Nel sito sono indicati: adempimenti burocratici, indirizzi utili, corsi di formazione e tante altre informazioni che permetteranno di risparmiare di certo tempo e capogiri. Davvero alto il numero di possibilità offerte e di idee cui attingere per intraprendere questo “business”: come non desiderare di fare di uno stile di vita che ci appartiene, un lavoro?

Alessandra De Sio
Dott. di ricerca in Marketing
Professionista del Marketing Etico e Ambientale

Sito Distributori alla Spina