L’acqua, una risorsa da proteggere

Acqua agricolturaSe ne spreca tanta, troppa, e in aggiunta a questo le condutture che trasportano l’acqua nelle nostre case, nei campi e nelle città sono spesso un vero e proprio colabrodo. Eppure ci sono regioni d’Italia che patiscono la siccità e in cui i cittadini vedono negato il diritto a utilizzarne anche solo quantità minime; in alcune zone della Sicilia, durante certi periodi dell’anno, si fa la fila alle cisterne per portare a casa pochi litri d’acqua e i campi sono inutilizzabili per la crescita di qualunque ortaggio. In questi casi (e forse solo in questi) si comprende quanto questa risorsa sia necessaria, vitale, ma anche estremamente sottovalutata.

Legambiente, che da anni si occupa di questi problemi, al convegno  su “Acqua in agricoltura” ha sottolineato l’urgenza di raggiungere l’obiettivo di una ”gestione piu’ sostenibile dell’acqua, fondata su una seria politica di efficienza, risparmio e tutela, non soltanto per fini ambientali ma anche per preservare l’oro blu, nell’interesse dell’agricoltura’‘. Quella auspicata da Legambiente è una vera e propria “Alleanza per l’acqua” che coinvolga non solo lo Stato, le Regioni e i Consorzi di Bonifica, ma anche le associazioni a tutela dell’ambiente e tutti i portatori d’interesse, perchè, a ben vedere, il problema dello spreco dell’acqua rappresenta un’emergenza collettiva che non lascia fuori nessuno.

L’unica strada percorribile sarà fare in modo che chi produce (in agricoltura) si faccia carico anche dei costi reali dell’acqua e dell’innovazione necessaria; ovvero, ancora una volta è vitale insistere sul fatto che chi usa la natura per fini produttivi debba anche proteggerla. La Pubblica Amministrazione, poi, deve fare la sua parte nel ripristinare condizioni di migliore gestione ed efficienza delle infrastrutture legate alla distribuzione dell’acqua. Un’agricoltura sostenibile è possibile con l’impegno di tutti, ma è anche indispensabile perché si possa cominciare una saggia inversione di tendenza culturale. L’uomo è un’abitante della terra come tutti gli altri, ogni nostro gesto deve essere responsabile e avere un impatto leggero sulla natura e sulle sue risorse.

Redazione Attenti all’uomo