Italiani e raccolta carta: i numeri

Cassonetto per la raccolta differenziata di carta e cartoneQuanta carta viene anzitutto raccolta e poi sopratutto differenziata da ogni italiano? In media 50,6 chilogrammi di carta e cartone a testa all’anno, almeno secondo i dati del rapporto Comieco (Consorzio nazionale per il recupero di carta e cartone) presentato la scorsa settimana a Roma, considerando i 3 milioni di tonnellate di carta e cartone raccolte complessivamente in tutta la nostra penisola. Ci sono poi anche altri dati molto interessanti da vedere e che possono aiutare a comprendere dove e come è possibile migliorare nell’importante campo della raccolta e di conseguenza del riciclo della carta e del cartone.

Il primato va al nord, con l’Emilia-Romagna che si conferma, rispetto allo scorso anno, al top con 85,8 kg a testa, con il Trentino Alto Adige a inseguire da vicino (83,3 kg per abitante). Al centro, la Toscana si ferma a 79,3 kg per abitante seppure sempre ben al di sopra delle altre regioni della stessa area, mentre al sud l’Abruzzo (43,4 kg per abitante) che, grazie all’incremento della raccolta, resta in corsa per la leadership d’area con la Sardegna (44,6 kg per abitante).

Per quanto riguarda le grandi città, senza entrare troppo nel dettaglio di ogni singolo capoluogo, da notare il calo complessivo dei rifiuti urbani (-3%), mentre sale la percentuale di differenziata (poco meno dell’1% in più). Bene quindi, ma c’è margine per fare ancora di più; teniamo sempre, ogni giorno a mente che ogni imballo che non acquistiamo è, in realtà, un rifiuto che non produciamo. Quindi, riciclare è un nostro dovere, ma consumare in modo sostenibile è di gran lunga preferibile: possiamodobbiamo.

Redazione Attenti all’uomo