Ghiacciai himalayani: allarme scioglimento

HumalayaDurante gli ultimi anni ci è stato detto che si, i ghiacciai di tutto il mondo erano in sofferenza e si stavano lentamente ritirando, ma in realtà la riduzione dei ghiacciai himalayani (i più importanti del Pianeta) dal 2000 a oggi è stata uguale a zero. Falso: nuove rilevazioni via satellite dimostrano tutto il contrario. Il gruppo di ricerca dell’Università di Oslo, coordinato dal professor Andreas Kaeaeb, ha raccolto e pubblicato dati che si basano su misurazioni e immagini scattate dai satelliti: il risultato? Una tra le più importante risorse idriche e climatiche globali è intaccata dal riscaldamento globale.

I ricercatori hanno valutato la situazione della regione Hindu Kush-Karakorum-Himalaya (Hkkh) tra il 2003 e il 2008, constatando che i ghiacciai della zona osservata si sono assottigliati di 0,2 metri l’anno; e sebbene una maggiore perdita di massa sull’Hindu Kush e sull’Himalaya sia stata bilanciata da una perdita di massa quasi pari a zero nel Karakorum, ciò che è rilevante è che, in termini di massimi sistemi, anche i ghiacciai più intoccabili stanno risentendo della dannosa attività dell’uomo.

Tutti i ghiacciai sono validi indicatori della variabilità del clima e l’alterazione del loro equilibrio può provocare effetti a catena, tanto sulle risorse idriche quanto sul livello del mare; nello specifico, i ghiacciai himalayani rappresentano uno dei fattori cardine per l’equilibrio degli ecosistemi del Pianeta, ecco perchè la loro salute è monitorata e tenuta sotto controllo dai ricercatori di tutto il mondo. Cosa possiamo fare? Semplicemente cambiare i nostri stili di vita e pretendere che i nostri governi e la società civile si impegnino in azioni concrete per uno sviluppo sostenibile.

Redazione Attenti all’uomo