Decarbonizziamo l’Italia

Decarbonizziamo l'ItaliaL’ultima campagna di sensibilizzazione WWF, interessante e anche simpatica nonostante il tema delicato, riguarda il carbone, il combustibile fossile più inquinante e pericoloso che ci sia: infatti, anche se contribuisce per il 12% alla produzione di energia elettrica nazionale, è responsabile di oltre il 30% delle emissioni italiane di gas serra. Una proporzione insostenibile e senza futuro.

Ma non basta, c’è un altro aspetto da non sottovalutare e che, forse, ci tocca ancora di più: il carbone infatti è anche estremamente pericoloso per la salute. Svariati studi scientifici confermano come questo combustibile sia causa di malattie cardiache e respiratorie, cancro e ictus, oltre a minacciare addirittura i feti ai primi stadi evolutivi.

È facile quindi intuire come sia necessario puntare a un modello di sviluppo diverso, fondato sull’efficienza energetica e sulle rinnovabili, non costruendo altre centrali a carbone e chiudendo quelle esistenti. Anche noi di Attenti all’uomo abbracciamo questa campagna, dando risalto all’informazione: il primo passo, come sempre, per raggiungere un obiettivo.

Redazione Attenti all’uomo

Scopri tutti i dettagli e firma la petizione dell’ultima campagna WWF: sito Stop Carbone.