Do you Shwop? Vecchie pratiche, nuove iniziative. Green

Ci stiamo abituando a considerare il mondo degli spazi commerciali green come luogo di soluzioni ad alta tecnologia, che coinvolgano la progettazione degli spazi, l’utilizzo massiccio di energie rinnovabili e di materiali eco-friendly: una sorta di Star Trek a impatto zero! Non è un caso che la maggior parte delle realtà green di successo planetario abbiano seguito questa strada, ma non è l’unica. A partire dallo scorso Aprile il colosso del fast fashion inglese Marks&Spencer ha lanciato per esempio la campagna Shwop, invitando le migliaia di consumatori che ogni giorno visitano i suoi punti vendita a portare con sé dei vecchi abiti e a donarli inserendoli in appositi box. [Leggi tutto l’articolo]
Leggi tutto l'articolo

Futuro garantito? Go green, ma con mission

È stata rilasciata da pochi giorni la classifica stilata da Interbrand delle 50 compagnie che nel corso del 2011 hanno raggiunto i risultati migliori nel campo della sostenibilità a livello globale. Per le società che hanno avuto i migliori risultati secondo i parametri individuati per definire la classifica abbiamo isolato un trend curioso ma sicuramente significativo. La Mission di un’organizzazione o impresa, è il suo scopo ultimo, la giustificazione della sua esistenza e al tempo stesso ciò che la contraddistingue da tutte le altre. È l’imprinting che il “top management” dà alle attività della società, da cui ogni scelta, ogni decisione e conseguente operazione verranno influenzate e indirizzate. Cosa ha a che fare la missione aziendale con una classifica stilata per premiare le società che meglio di tutte le altre hanno incarnato nel proprio business l’anima della sostenibilità, della responsabilità sociale e del rispetto dell’ambiente? [Leggi tutto l’articolo]
Leggi tutto l'articolo

Super Green metropolitano: si può!

Uno dei trend che con maggiore potenza è emerso nel corso delle ricerche svolte dai trendwatchers di Milano Retail Tour (modulo formativo specialistico sulle tendenze glocal espresse dal retail milanese più evoluto, basato sullo svolgimento di percorsi urbani esperienziali) per definire i percorsi urbani, è sicuramente quello della green economy: non passa giorno senza notizie di investimenti da favola, sostenuti dalle grandi aziende, per implementare le proprie eco-strategie. Ma è proprio vero che solo i grandi del mercato hanno la forza e la capacità di indirizzare il proprio business verso la sostenibilità? [Leggi tutto l’articolo]
Leggi tutto l'articolo