ASOS diventa fur-free. Cambiare, in meglio, si può

ASOS fur freeIl più grande sito di e-commerce britannico di moda e cosmetici ha deciso: nel suo store non saranno più commercializzati capi di abbigliamento e accessori prodotti con pelle o peli di animali. ASOS, fondato nel 2000 e divenuto noto per avere un assortimento vastissimo di abbigliamento, accessori, calzature e cosmetici, da oggi sarà meta ancora più gradita per ambientalisti e animalisti, particolarmente attenti ai valori etici delle imprese dalle quali acquistano. Anche da noi, visto che nel 2011 è stata lanciata la versione italiana del sito.

L’adesione allo standard internazionale “fur-free” (in Italia promosso da LAV) è solo uno dei traguardi che ASOS si è proposta di raggiungere; già a luglio 2008 l’azienda aveva infatti aderito al codice base della Ethical Trade Initiative (ETI),  un’alleanza di imprese, sindacati e organizzazioni volontarie che hanno come scopo il miglioramento delle condizioni di vita e lavorative di coloro che sono coinvolti nei processi aziendali, entrandone poi a far parte direttamente nel marzo del 2009.

C’è un ulteriore dettaglio di estremo interesse: “ASOS.com” è una società CarbonNeutral® (zero emissioni), il che significa che tutti i processi necessari allo svolgimento delle sue attività sono controllati in termini di emissioni e compensati, così da averne un saldo minore o uguale a zero (tipicamente con l’azione combinata “meno CO2 più energie rinnovabili”).

Cosa aggiungere? Semplicemente che volere è potere, l’etica è una forma mentis prima ancora che un insieme di valori da seguire: chi sente la responsabilità delle proprie azioni troverà di certo il modo per avere un impatto quanto più leggero sull’ambiente, nei gesti di tutti i giorni e poi via via come stile di vita. Come spesso noi di Attenti all’uomo sottolineiamo, iniziative del genere vanno premiate dalla nostra società, se non altro perché il messaggio di una volontà di cambiamento diventi chiaro a tutti: governanti, imprenditori e associazioni. Esercitiamo il nostro potere di scelta e cambieremo il mondo. Si può.

Federico Lombardi
Project Manager
Professionista della Comunicazione Digitale

Sito ASOS (versione italiana)