16 maggio contro Green Hill. Noi non dimentichiamo

Fermiamo Green HillLa XIV Commissione del Senato aveva deciso di rinviare la data ultima per la consegna degli emendamenti alla Direttiva europea sulla vivisezione a domani, 16 maggio; poco importa se questa manovra sia stata fatta con l’intento di distogliere l’attenzione dei cittadini da Green Hill o semplicemente perchè necessaria. Noi non dimentichiamo. Domani in molte piazze d’Italia (e anche d’Europa) saranno presenti dei presidi contro Green Hill, se potete, vi invitiamo a partecipare, perché dire di no a questa azienda è un atto di protesta teso a ottenere delle soluzioni che ci liberino dal peso morale della vivisezione. Insomma non vogliamo semplicemente che l’azienda di Montichiari chiuda i battenti, quello che è in discussione è un cambio di rotta definitivo, che faccia evolvere la ricerca e non la trascini indietro nel Medioevo.

In discussione, infatti, ci sono anche altri temi importanti, come la maggiore tutela delle “cavie” e l’obbligatorietà dell’anestesia durante le pratiche di laboratorio; insomma si deciderà del futuro di migliaia di animali detenuti negli stabulari, ma anche del futuro della ricerca.

L’unico modo per influire davvero sulle sorti della Direttiva europea è quello di far sentire la nostra presenza, di costringere i media a parlare della mobilitazione e di recapitare, quindi, un messaggio chiaro a chi sarà chiamato a decidere.

Redazione Attenti all’uomo

Il link alla pagina dell’evento con tutti i programmi: sito Occupy Green Hill.